Livin’ the dream

Quest’isola ci ha preso in ostaggio! I giorni e le notti passano rapide e noi ci siamo integrati velocemente. Abbiamo deciso di prolungare la nostra permanenza di un mese, visto che il posto è favoloso… e il lavoro ci paga da dormire e mangiare.

Il “locale” dove lavoriamo consiste di tavolini e tappetini sulla spiaggia. La gente si rilassa bevendo e fumando narghilè… o semplicemente collassano abbandonati alla musica. La sera ci sono fire-show o spettacoli casuali. A tarda notte alziamo la musica e parte la pista da ballo. Si scatena il delirio finché la gente non sviene. E poi si ricomincia. Magari un po’ ripetitivo, ma non mi viene in mente un lavoro che non lo sia. Almeno qua i ritmi sono lentissimi, possiamo fare più o meno quello che ci pare, non c’è neanche il servizio al tavolo; ogni tanto andiamo ad accendere le torce o a togliere un paio di bicchieri, ma per il resto si tratta solo di godersi l’atmosfera, deridere i casi umani che barcollano verso il bar, chiacchierare con i clienti etc etc
Già il quarto giorno ci hanno dato un aumento e lasciato la gestione del bar. Io mi occupo dei tavoli e Lapo del bancone. Il nostro obiettivo è naturalmente conquistare l’isola, diventare ricchi e salpare come pirati. Se ne riparla tra un mese.
Annunci

4 pensieri su “Livin’ the dream

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...