Natura e varie

Incredibile. Qua c’è solo l’aeroporto. Intorno: parco nazionale. Al check-in accettano solo contanti MA non ci sono bancomat, nè  connessione internet. Niente telefono. Il cellulare non da segni di vita. Prenotare un biglietto di uscita da questo posto è praticamente impossibile. Volare pure: niente aerei quando piove. Ma piove 280 giorni su 360. Maledetta foresta pluviale. Naturalmente sono l’unico cretino che ha un biglietto di sola andata. Troverò una soluzione…

(…)
Che spettacolo! Sto imparando ad apprezzare VERAMENTE la natura, mi sento una giovane marmotta in vacanza. E’ incredibile: l’abitudine plasma la mente con delicatezza se permetto alla giungla di entrarmi dentro. Lentamente comprendo il fascino selvatico delle piogge scroscianti, dell’umidità costante, dei lamenti musicali delle migliaia di forme di vita che governano queste zone. Ancora una volta, con pazienza, i disagi lasciano spazio alla meraviglia:  non sento più il sudore, nè la fatica, mentre cammino per chilometri sotto l pioggia, mi arrampico sulle rocce sotto il sole, esploro grotte COMPLETAMENTE buie (solo il costante stridio dei pipistrelli a tenermi compagnia e la flebile luce di un cellulare da 12 euro ). L’antidoto contro l’odore di muffa che mi seguiva costantemente: lavarmi nei fiumi insieme ai vestiti, lasciarli asciugare addosso quando c’è il sole, fregarsene quando piove. O vagare seminudo, alla mercè di qualsiasi tipo di bestia, spina, roccia acuminata, piante velenose. Incredibilmente dopo un pò ci si abitua. O si impara ad impastare la corteccia marcia con il fango per lenire le infiammazioni (?)… effetto placebo o no, sembra alleviare il prurito dei millepiedi urticanti… mah. Sto collezionando ogni forma di escoriazione immaginabile, sanguino copiosamente… ma imparo. Ad adattarmi, a comunicare, ad amare la natura, ad impacchettare giorni di provviste efficientemente, a preparare una cena decente in un campo base, a spingere una barca arenata tra le rapide… Tuttavia mi trovo costretto ad interrompere questa parentesi selvaggia per i soliti motivi: la curva d’apprendimento che si allevia naturalmente. Lungi da me definirmi un esperto di sopravvivenza… ma almeno non mi lamento più, ho ridotto ulteriormente il mio bagaglio, ho conosciuto personaggi strani e/o interessanti, e sono pronto ad affrontare nuove avventure! Faccio un salto in Brunei per aggiungerlo alla mia collezione di timbri sul passaporto…
Annunci

2 pensieri su “Natura e varie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...